homeHotel Pütia Gadertal Dolomiten SüdtiroldeutschGadertal Hotel Dolomiten SüdtirolitalianoDolomiten Hotel Südtirol Gadertalenglish


Divertimento invernale per tutta la famiglia



Skitour in den Dolomiten

Skitour nel comprensorio
sciistico Plan de Corones
Dolomiti Superski

Skitour delle leggende ladine


Il cavaliere e la principessa

Franz Wilhelm de Brach: chi era costui?
Chiedetelo ai ladini di San Vigilio di
Marebbe. Vi risponderanno che questo
de Brach era il Gran Bracun. E sarete al
punto di partenza. Ve lo diciamo noi: era
un cavaliere senza macchia e senza
paura, come tutti i cavalieri delle
leggende. Nel suo curriculum non poteva
mancare l'uccisione di un drago.
Di leggendario c'è sicuramente il luogo dove viveva. Allora partiamo da San Vigilio e raggiungiamo in seggiovia Piz de Plaies. Con gli sci scendiamo al rifugio La Para, ideale per uno spuntino. Poi di nuovo in pista per tornare a San Vigilio, dove ci attende lo "Skitrans Bronta" che ci porta alla cabinovia per Plan de Corones. Siamo in pieno regno di Fanes, popolo dei nani. Il re è avido e senza cuore, la figlia invece di tutt'altra pasta. Così Dolasila, buona principessa, rimedia alle malefatte del padre, meritandosi una pelliccia di zibellino che la renderà invulnerabile.


Skigebiet Kronplatz SüdtirolMiracoli a tavola e in chiesa.
La leggenda, nella sua versione più completa, è piuttosto contorta. L'importante è che ve la raccontino mentre degustate un crafun more, un krapfen ripieno di ragù di selvaggina. L'indirizzo giusto è il Rifugio Graziani. Per digerire c'è una grappa di pino mugo al rifugio Bivacco. E per restare ai miracoli si ricorda che nel 1636 gli abitanti di Monguelfo in Pusteria si recarono in pellegrinaggio alla Madonna di Marebbe, affinchè fossero liberati dalla peste. E fu miracolo.



Da non perdere:

La chiesa di San Vigilio, costruita nel 1782, h uno dei piy belli esempi di architettura barocca dell'Alto Adige. Torri fregiate, affreschi interni ed esterni, in particolare quelli sulla cupola furono realizzati da Matthdus G|nther e raffigurano, tra l'altro, la lapidazione di S. Vigilio. [Dolomiti Superski.com]

Route

Höhen-Skitour  Alpine Skitour

Sella Ronda - il giro sciistico attorno al gruppo del Sella - 4 passi dolomitici
e 4 comprensori sciistici in un solo giorno


La Sella Ronda, il giro sciistico intorno al massiccio del Sella è un carosello di impianti di risalita e piste, tutte fra di loro perfettamente collegate. Unico nel suo genere, il carosello si estende per ca. 40 km in uno scenario di boschi, picchi rocciosi e distese innevate, in un paesaggio alpino di grande suggestione.

l giro, che passa attraverso 4 valli ladine (Alta Badia, Val Gardena, Val di Fassa e Livinallongo) e 3 province (Bolzano, Trento e Belluno) si può tranquillamente fare in una giornata e si può percorrere in senso orario con segnaletica arancione oppure in senso antiorario con segnaletica verde.

Questo giro sciistico - panoramico tra i più famosi dell'arco alpino è adatto ad uno sciatore medio con un minimo di condizione fisica. Gli sciatori esperti si divertiranno sulle piste più impegnative come la Vallon/Boè in Alta Badia, la Dantercepies a Selva di Val Gardena, la Porta Vescovo ad Arabba e naturalmente sulle piste di Coppa del Mondo non lontane dal percorso come la Gran Risa a La Villa in Alta Badia o la Saslong a Santa Cristina in Val Gardena.


Dettagli tecnici
Lunghezza complessiva del giro: 
40 km
Piste da sci: 26 km
Durata complessiva delle salite (impianti di risalita): ca. 2 ore, senza tenere conto di eventuali tempi di attesa
Durata complessiva delle discese:a. 1,5 ore, a seconda delle capacità dello sciatore

Cartina Sella Ronda Skitour (PDF)

Da tenere presente:

  • Si consiglia di iniziare il giro non più tardi delle 10.00.
  • È particolarmente importante superare l’ultimo passo prima delle ore 15.30 per non rischiare di trovare fermi gli impianti che riportano al punto di partenza.
  • In caso di maltempo (neve o forte vento) alcuni impianti potrebbero essere talvolta chiusi.

 


Gourmet Ski Tour Santa Croce - Rifugi e sapori

 

Heilig KreuzLo skitour
Sci e gastronomia, per un connubio dal sapore
autentico: il gourmet skitour Santa Croce, inserito
nel comprensorio sciistico Dolomiti Superski trova
fra le gite sciistiche panoramico-gastronomiche
delle Dolomiti senz’altro un posto in prima fila.
Dal Col Alto o Piz Sorega al Santa Croce, tutto
rigorosamente con gli sci ai piedi, grazie alla
nuova seggiovia di collegamento Colz nel
centro di La Villa.

Date le caratteristiche di piste e impianti, ideali
anche ai più piccoli, l’area sciistica Skitour Santa
Croce è particolarmente adatta anche alle escursioni per famiglie. Le piste sono facili o di media difficoltà, preparate ogni sera con cura, grazie ai potenti mezzi battipista e all’ausilio di neve artificiale, garantendo condizioni neve ottimali da dicembre a inizio aprile. Baciato dal sole durante tutto l’inverno, il tour gastronomico sugli sci offre panorami mozzafiato in una vasta conca di boschi e masi ladini. Assolutamente da non perdere lo sguardo sulle tradizionali “viles” di Fussé, Coz e Pransarores, sulla bella chiesa parrocchiale barocca di Badia, sulla casa Natale del Santo Giuseppe Freinademetz, incorniciata da due parchi naturali, il Puez Odle e il Fanes Sennes Braies, prima di giungere alla chiesetta Santa Croce che si trova a 2045 metri ai piedi dell’omonimo monte.



Delizie per il palato


Gli amanti della buona cucina non mancheranno di visitare uno degli 8 rifugi dello skitour che propongono specialità gastronomiche ladine. Ogni baita è specializzata nella presentazione di un piatto con abbinamento di un eccellente vino altoatesino. Gli ambienti accoglienti, curati nei minimi dettagli, l’arredamento tipico ladino, il gradevole servizio al tavolo e l’ottimo rapporto qualità/prezzo sono gli elementi caratterizzanti dei piccoli rifugi, rigorosamente a conduzione familiare.



Le piste


La pista "La Crusc"
: famosa per la sua buona preparazione e per il suo paesaggio incantevole in mezzo al bosco la pista è ideale per uno sciatore tranquillo. La pista "La Crusc" offre alcuni cambi di pendenza molto interessanti ed è per questo che viene spesso usata per organizzare delle gare sciistiche.
Caratteristiche:
Lunghezza: 1.000 m
Dislivello: 185 m
Difficoltà: media - rossa
Innevamento: possibilità di neve programmata
Impianto di risalita: seggiovia ad agganciamento fisso "La Crusc"

La pista Santa Croce: è la pista principale e più conosciuta dello Skitour Santa Croce. E' una delle piste più apprezzate dallo Sci Club Ladinia per i suoi allenamenti. La pista è una delle più lunghe dell'Alta Badia ed è in grado di soddisfare qualsiasi tipo di sciatore perché è dotata di tantissimi cambi di pendenza, di piccole varianti e vanta una sempre ottima preparazione.
Caratteristiche:
Lunghezza: 2.500 m
Dislivello: 500 m
Difficoltà: media - rossa
Innevamento: possibilità di neve programmata
Impianto di risalita: seggiovia ad agganciamento automatico "S. Croce"

La pista Baby: è la pista più semplice dello skitour Santa Croce ed è la più adatta alle esigenze dello sciatore che allaccia la prima volta gli sci ai piedi. Salire alla partenza della pista con la sciovia "Baby" è facile anche per i meno esperti, perché la velocità dell'impianto è ridotta e gli addetti all'impianto molto disponibili permettono a chiunque di salire con tranquillità e sicurezza.
Caratteristiche:
Lunghezza: 300 m
Dislivello: 35 m
Difficoltà: bassa - azzurra
Innevamento: possibilità di neve programmata
Impianto di risalita: Sciovia Baby



Skitour dei parchi naturali


SkitourUno slalom tra les "viles"

Il tour dell'Alta Badia ci porta a scoprire la cultura e le tradizioni ladine ai bordi dei Parchi Naturali Puez-Odle e Fanes-Sennes-Braies. Si potrà iniziare la giornata iniziando da Colfosco, da dove con la cabinovia si può raggiungere la valle della Stella Alpina e le zone di Col Pradat e Forcelles, ai margini dell'altipiano del Puez. Da Colfosco ci spostiamo poi a Corvara per salire con la seggiovia all'altipiano del Col Alto, Piz Sorega e Piz la Villa. Dopo la discesa a La Villa si raggiunge Gardenazza, di fronte all'imponente Sassongher, in mezzo a le "viles", le splendide costruzioni ladine in legno di larice e in pietra, caratterizzate da fontane e forni per l'utilizzo in comune. Mentre ci godiamo la splendida vista su S. Croce e Lavarella, ci spostiamo attraverso romantici boschi in direzione di Pedraces.


Tra sacro e profano

Con la seggiovia che da San Leonardo porta a S. Croce saliamo al santuario di Santa Croce, luogo di culto e fede di grande tradizione. Nel vicino rifugio Santa Croce ci attendono polenta, formaggi, speck e una minestra d'orzo speciale, la cosidetta "panicia". Da queste parti, tanti secoli fa, pare che ci fosse un drago cattivo. Lo uccise il Gran Bracun, cavaliere senza macchia e senza paura. È una leggenda che vi capiterà di ascoltare, magari alla sera, davanti a un bicchiere di vino. [Alta Badia.org]


cartina skitour (pdf)





Antermoia - Börz         San Martin de Tor         Hotels in Südtirol          Alta Badia Dolomites Italy - Gadertal Dolomiten Italien         Dolomiti Superski


Hotel PÜTIA ***

famiglia Prousch

Str. S. Antone 21 • I-39030 San Martino in Badia • Antermoia • Dolomiti - Val Badia
tel. +39 0474 52 01 14 • fax +39 0474 52 01 00 • email: info@putia.com • P.IVA/cod. fisc. 01190120210 - R.I. BZ

© IBIG