homeHotel Pütia Gadertal Dolomiten SüdtiroldeutschGadertal Hotel Dolomiten SüdtirolitalianoDolomiten Hotel Südtirol Gadertalenglish



Museum Ladin `Ciastel de Tor in St. Martin

Consigli per giornate di
pioggia


MUSEUM LADIN „ĆIASTEL DE TOR“
a San Martino in Badia


Nel cuore delle Dolomiti vivono i ladini dolomitici, un nucleo di oltre 30.000 persone la cui identità è caratterizzata da due importanti elementi: la particolare lingua neolatina, derivante dal latino volgare, e lo straordinario paesaggio montuoso delle Alpi centrali. Le caratteristiche fisiche di questo paesaggio hanno reso possibile che la lingua ladina, la più antica fra quelle parlate nella regione, riuscisse a mantenersi viva fino ad oggi.
Il percorso del Museum Ladin mette in luce alcune particolari circostanze della storia e della vita attuale dei ladini dolomitici, narrando le importanti influenze delle vicende sovraregionali sulla vita di questa popolazione ed evidenziando le correlazioni esistenti tra le forme di un paesaggio eccezionale e i modi di vivere di questo antico popolo.



L'ISTITUTO CULTURALE LADINO „MICURÀ DE RÜ“ a San Martino in Badia


All’Istituto Culturale Ladino con biblioteca specializzata, con video- ed audioteca, è possibile documentarsi sulla storia dei ladini. In estate vengono organizzate mostre di artisti ladini.



CENTRO VISITE DEL PARCO NATURALE "FANES-SENES-BRAIES" a San Vigilio di Marebbe

 

Naturparkhaus Fanes-Sennes-Prags in St. VigilUna finestra aperta sulla natura- geologia, piante, animali, genti e leggende intorno al Parco Naturale Fanes-Senes-Braies presentate con l’ausilio di giochi e strumenti interattivi.
Orario: da maggio a fine ottobre e da Natale a fine marzo.







Visita alla casa natale del SANTO P. Giuseppe Freinademetz a Oies

E‘ diventata meta di numerosi pellegrinaggi. Il Padre lavorò instancabilmente per 29 anni consecutivi nelle missioni in Cina, sopportando privazioni di ogni genere e dure persecuzioni. Fu beatificato da Papa Paolo VI nel 1975 e il 5 ottobre 2003 è stato dichiarato santo dal Papa Giovanni Paolo II. Fu anche cappellano a San Martino in Badia dal 1876 al 1878.


MUSEO ETNOGRAFICO DELL’ALTO ADIGE a Teodone-Brunico

Landesmuseum für Volkskunde in Dietenheim bei BruneckNella parte residenziale e in quella dedicata alle attività economiche, il museo propone una panoramica esaustiva
della vita di un tempo. Su uno spazio aperto di circa 3
ettari, il percorso per i visitatori si snoda fra stalle, fienili,
porticati, giardini, mulini ad acqua e masi di montagna.

Orario delle visite: da metà aprile a fine ottobre.







CASTELLO DI CAMPO TURES in Valle Aurina


Il Castello possiede 64 vani di cui 24 rivestiti in legno ed un pregevole arredamento: comprende quadri, ceramiche, mobili di varie epoche; vi si trova anche un‘interessante sala d’armi. Solo con visite guidate. Aperto tutto l’anno.



Visita al museo provinciale delle MINIERE A PREDOI in Valle Aurina


La magia del sotterraneo: discesa con il trenino da miniera nella galleria S. Ignazio dove ancora oggi si estrae il rame di cementazione e dove nel 2001 è stata realizzata una stazione per le terapie contro l’asma. Visita della vecchia miniera di rame, percorso didattico con guida.
Orario: da aprile a fine ottobre e dal 26 dicembre a fine aprile. Prenotazione obbligatoria per gruppi.



MONDO DEL LODEN a Vandoies


Il museo interattivo ripercorre il cammino della lana fino al tessuto finito: fuso, arcolaio, telaio, cardi… la storia del loden rivive attraverso gli antichi strumenti ancora in funzione, i documenti e le fotografie. Inoltre si possono osservare più da vicino le tecnologie di produzione più all’avanguardia e affascinanti capi d‘abbigliamento in loden.



BERGILA


distilleria di olio di pino mugo e giardino d’erbe tra Chienes ed Issengo (200 m dal lago).
Dal 1912 distillazione secondo metodi tradizionali antichi. Ingresso libero. Visite da maggio a novembre.



BRUNICO


Visita alla pittoresca VIA CENTRALE, in gran parte con caratteristiche medievali, e quattro porte della città con interessanti affreschi. La porta orientale conduce nella ”città alta” che è dominata dal Palazzo Sternbach.



BRESSANONE


Visita al DUOMO nella città Vescovile di Bressanone ed al MUSEO DIOCESANO e dei PRESEPI nel palazzo vescovile.



Kloster Neustift, EngelsburgVisita all’ABBAZIA DI NOVACELLA, presso Varna

 

pinacoteca e biblioteca, tavole medievali in legno, biblioteca risalente al 1775 con bella esposizione rococò. Manoscritti medievali. Chiesa romanica.








BOLZANO


Centro dell’Alto Adige, offre molte possibilità di intrattenimento. Si possono visitare il DUOMO in Piazza Walther (stile gotico, magnifico esempio di arte rinascimentale e barocca), il monumento a ”Walther von der Vogelweide”, sempre in Piazza Walther ed il MUSEO CIVICO in Via Cassa di Risparmio 14 (Conserva una pregevole raccolta di reperti archeologici, testimonianze di arte dell’epoca medioevale e gotica e una significativa esposizione di costumi tradizionali con i relativi copricapo ed accessori. Si possono inoltre ammirare numerosi oggetti di arte popolare.

 

MUSEO ARCHEOLOGICO DELL’ALTO ADIGE (via Museo, BZ)

Il museo documenta la storia altoatesina dalla fine dell’ultima glaciazione fino all’epoca di Carlo Magno. Attrazione del museo è l’uomo venuto dal ghiaccio con il suo corredo di utensili.


Visita al museo di SCIENZE NATURLI dell’Alto Adige

Vi si può vivere un percorso a temi della realtà geologica del territorio, così come la sua formazione post-glaciale, l’antropizzazione del paesaggio e le tracce d’insediamento umano. Il museo ospita regolarmente interessanti mostre di carattere scientifico. Oltre a queste proposte, gironzolando per Bolzano si possono vedere tante altre cose particolari ed interessanti, come ad esempio il mercato ortofrutticolo giornaliero in Piazza Erbe.

 

Die Gärten von Schloss TrauttmansdorffGIARDINI DI CASTEL TRAUTTMANSDORFF
a Merano

I giardini sono suddivisi in quattro settori: i giardini del
sole, i giardini acquatici e terrazzati, i paesaggi dell’Alto
Adige e i boschi del mondo. Inoltre si può visitare il
museo del turismo ”Turiseum” che illustra 200 anni della
intensa storia del turismo tirolese.
Apertura: da metà marzo a metà novembre.



N.B.: gli orari possono subire variazioni




Antermoia - Börz         San Martin de Tor         Hotels in S├╝dtirol          Alta Badia Dolomites Italy - Gadertal Dolomiten Italien         Dolomiti Superski


Hotel PÜTIA ***

famiglia Prousch

Str. S. Antone 21 • I-39030 San Martino in Badia • Antermoia • Dolomiti - Val Badia
tel. +39 0474 52 01 14 • fax +39 0474 52 01 00 • email: info@putia.com • P.IVA/cod. fisc. 01190120210 - R.I. BZ

© IBIG